Il PAI – Personality Assessment Inventory – negli ambiti Clinico e Giuridico Forense

Roma 27 e 28 ottobre / 24 e 25 novembre 2018

Categoria:

Descrizione

Il Personality Assessment Inventory (PAI – L.C. Morey) è un questionario utilizzato sia in ambito clinico sia peritale per la valutazione della personalità e della patologia, costitutito da:

  • 4 scale di validità: Inconsistenza, Infrequenza, Impressione negativa, Impressione positiva
  • 11 scale cliniche (con 31 sottodimensioni): Lamentele Somatiche, Ansia, Disturbi Ansia-Correlati, Depressione, Mania, Paranoia, Schizofrenia, Caratteristiche Borderline, Caratteristiche Antisociali, Problemi legati all’Alcol, Problemi legati alla Droga
  • 5 scale di trattamento: Aggressività, Ideazione Suicidaria, Stress, Mancanza di Supporto, Rifiuto del Trattamento
  • 2 scale interpersonali: Dominanza e Calore Relazionale
  • una serie di indici supplementari di validità o che informano su alcune caratteristiche di personalità di potenziale interesse clinico

Il Personality Assessment Inventory può essere impiegato con soggetti adulti, dai 18 anni in avanti, anche con bassa scolarità (quarta classe elementare). Il PAI è un inventario di personalità la cui standardizzazione in Italia nel 2015 consente di effettuare confronti sia con il campione normale sia con il campione clinico. E’ stato sviluppato con metodiche innovative che hanno consentito di superare alcuni limiti noti dei questionari tradizionali e più diffusi (MMPI-2, MCMI) e sono note le correlazioni tra PAI e questi ultimi per diversi gruppi (normali, patologici, genitori, autori di reato, etc.). Come l’MMPI-2 (a differenza del MCMI) il PAI è un test “ateorico”, ma la compilazione è più breve (344 item, 50 minuti circa) e avviene su una scala Likert a quattro punti (piuttosto che scelta dicotomica V/F) che facilita la somministrazione e soprattutto ne amplia e affina il potere investigativo, fornendo risultati effettivamente utili per un inquadramento sia categoriale sia dimensionale e per la stima della gravità dei disturbi in atto (non solo quindi la loro presenza/assenza). I risultati sono rappresentati in un profilo grafico nel quale tanto più frequenti o più ampi sono gli scostamenti dalla norma, tanto più è alta la probabilità che la persona esaminata riporti sintomi o tratti disfunzionali. In ambito clinico l’esaustività e la completezza lo rendono un valido ausilio per l’approfondimento di quadri complessi, quali lo stress reattivo, la personalità borderline, il rischio aggressivo o suicidario e anche per la pianificazione del trattamento e la valutazione delle potenziali complicazioni e resistenze rispetto allo stesso. Le comprovate proprietà psicometriche delle scale cliniche ai fini diagnostici e la presenza di scale di controllo sensibili ai tentativi di distorsione e ai possibili fattori di difficoltà nella compilazione ne fanno uno strumento accreditato e largamente usato anche nel contesto giuridico-forense.

Obiettivi

Il corso esaustivo della materia ed altamente professionalizzante è finalizzato all’acquisizione delle competenze psicometriche, metodologiche e operative utili a lavorare con il PAI in ambito clinico e peritale. Il partecipante apprenderà a interpretare profili di diversa natura (nevrotici, psicotici, di personalità e altro). I contenuti proposti riguardano:

  • le basi teoriche del test e la sua struttura
  • le competenze per la somministrazione
  • la valutazione della validità psicometrica e la rilevazione della distorsione positiva e negativa
  • l’individuazione dei dati più significativi e delle configurazioni di maggiore riscontro in ambito clinico e giuridico-forense (scale e code-type)
  • gli indici concordanti e discordanti ai fini diagnostici
  • la strutturazione e la stesura del report
  • l’esercitazione su profili

Per ciascun argomento trattato saranno evidenziati anche gli errori più comuni e verranno forniti i riferimenti bibliografici.

Frequenza, costi e iscrizione

 

Frequenza:

il corso è strutturato in 4 giornate, suddivise in 2 week end a cadenza mensile, ognuno dei quali di 16 ore (32 ore totali).

 

Costi:

– tessera associativa annuale 30,00 euro (per i non soci)
– quota corso 400,00 euro (possibilità di 2 rate mensili di 200,00 euro)
– quota Soci I.R.F. in regola con la tessera associativa 350,00 euro

 

Iscrizione:

per frequentare il corso è necessario:
– iscriversi all’Associazione con il versamento della quota associativa annuale 30,00 previo parere favorevole del Consiglio Direttivo,
– versare la quota corso o la prima rata mensile, contattando il referente/responsabile del corso o, anche on-line, la segreteria dell’Istituto

welcome@rorschachforense.it (maggiori info: 335 571 55 45).

Destinatari

Il corso è rivolto a professionisti Psicologi, Psichiatri o Neuropsichiatri, studenti universitari e specializzandi in Psicologia e Medicina.

Docente

Dr. Marco Samory, psicologo e psicoterapeuta libero professionista, esperto in psicodiagnostica e testistica dell’adulto e dell’adolescente. Svolge attività di perito, consulente tecnico e ausiliario per tribunali ed enti privati. Collabora con Ordini professionali, ASL, Scuole di specializzazione e privati in qualità di formatore e supervisore sull’uso dei principali test di livello e di personalità (WAIS-IV, MMPI-2/MMPI-A/MMPI-2-RF, MCMI-III, PAI). E’ autore del capitolo “Rassegna di profili MMPI e MMPI‐2 italiani raccolti in ambito criminologico” (co‐autori: D. Berto e M. Tartari) del libro “MMPI, MMPI‐2 e MMPI‐A in tribunale” – Giunti O.S., FI, 2006.  E’ coautore della scala per la rilevazione del danno esistenziale “EXIDA – Existential Damage Assessment” (S. Pezzuolo, Samory M., Berto D.. Hogrefe Editore, FI, 2016. E’ autore con D. Berto di sistemi per l’interpretazione informatizzata del MMPI-2, MMPI-A e MMPI-2-RF (RIO, Hogrefe) e del PAI Personality Assessment Inventory, di prossima edizione per Hogrefe.

Date & sede

Sede del corso

Roma, Viale Liegi 14 (presso Labos)

Date:

Ottobre 2018 sabato 27 (10.30-18.30) e domenica 28 (9.00-17.00)

Novembre 2018 sabato 24 (10.30-18.30) e domenica 25 (9.00-17.00)

Attestati

A termine del corso vengono rilasciati:

 

certificato di frequenza con ore di formazione, da utilizzare nelle sedi e per gli usi consentiti dalla legge per attestare il perfezionamento professionale in ambito clinico e giuridico forense;

 

attestato finale.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il PAI – Personality Assessment Inventory – negli ambiti Clinico e Giuridico Forense”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…